Il Metodo Welldom è innanzitutto un processo, volto ad ottimizzare le prestazioni di tutti i materiali e le tecnologie in virtù dell’impatto energetico e sostenibile della casa, della resa estetica e del comfort, del benessere e dell’equilibrio psico-fisico di chi ci vive. Per farlo, bisogna capire e conoscere i significati più intrinsechi di bellezza e benessere per poterli interpretare e reinventare, ogni volta in modo diverso, su misura, per ogni cliente.

Un approccio olistico

L’approccio metodologico vede coinvolti sin dagli stadi iniziali del progetto tutti gli “attori” - studio di architettura, landscape designer, interior designer, ingegnere termico, consulente acustico, illuminotecnico, energetico, ecc. - in una progettazione coordinata virtuosa che permette garanzie di tempi e prestazioni certi, senza extra costi. Per questo, per esempio, Welldom lavora a stretto contatto con lo studio di progettazione per fare in modo che il progetto architettonico dell’edificio sia integrato in maniera ottimale con il sistema tecnologico di tutti gli impianti, che vengono decisi già su pianta, evitando così problematiche inaspettate in sede di posa, fori o prese che possono inficiare la bellezza del design e del progetto in toto.

Costi, tempi e prestazioni certi

Welldom utilizza l'analisi del valore per tutti i propri processi. Attraverso questo metodo Welldom valuta e misura l'utilità derivante dalla soddisfazione delle esigenze del cliente: il prodotto in rapporto ai costi globali, all'interno delle risorse che si può e si intende utilizzare per il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Grazie a questo approccio metodologico, Welldom offre al cliente la realizzazione più efficiente possibile garantendone la massima qualità nei tempi prestabiliti in fase di progettazione.

Materiali naturali

Il Metodo Welldom predilige lavorazioni artigianali che offrono la massima resa estetica di ogni dettaglio. Impiega esclusivamente materiali naturali, traspiranti, ecologici, certificati, riciclabili e, per quanto possibile, locali o a km 0. Come il legno massiccio XLAM, un materiale geniale composto da acqua, aria e luce del sole, che assorbe l’aria contaminata e la restituisce all’ambiente sotto forma di ossigeno ed assicurando, rispetto ad altri materiali, massimi comfort e benessere abitativo, protezione termica, sismica, dal rumore e dalle radiazioni elettromagnetiche, sicurezza in caso di incendio, risparmio energetico.

Ciclo di vita sostenibile

Inoltre il Metodo Welldom utilizza il Life Cycle Assessment, una metodologia di analisi che valuta l’intero ciclo di vita del processo di costruzione, dall’approvvigionamento dei materiali, alla progettazione, costruzione, fino alla demolizione dell’immobile. Una gestione del cantiere che avviene secondo procedure volte a limitarne l’impatto ambientale con l’appoggio di enti qualificati (es. AIAS Academy) che apportano procedure atte alla conseguente definizione di “Cantiere d’Eccellenza”. Con il Metodo Welldom il cantiere è pulito, sano, potendo contare sul  99% dei materiali utilizzati riciclabile ed il 99% dei rifiuti da costruzione avviati a riciclo.

Il Metodo Welldom ha consentito all’azienda di ottenere, prima in Europa, il prestigioso attestato di conformità al più alto livello del protocollo LEED for Homes v. 2009, LEED Platino, per il progetto BioCasa_82, diventando una best practice in relazione alle tematiche di bioedlizia e sostenibilità ambientale a livello internazionale.

 

Le aree tematiche che compongono il Metodo Welldom:

Un percorso, identificato dai principali 7 elementi vitali, alla scoperta di come nasce il living ideale, inteso come massimo comfort termico, olfattivo, visivo, acustico e psicologico.

  Luce

 

La luce, attraverso i raggi del sole, è la fonte primaria di energia che, modellando la realtà che ci circonda, permette di “vedere” forme e colori. L’abbondanza di illuminazione naturale è l’elemento principe della casa ideale che consente il raggiungimento del massimo benessere psicologico.

   Terra

 

La terra è l’elemento armonizzante ed equilibrante che accoglie, nutre e protegge, garantendo stabilità e forza. La casa ideale è un ecosistema che si estende al di là delle pareti domestiche, costruita in simbiosi con l’ambiente esterno, sia a livello estetico che funzionale.

   Acqua

 

L'acqua è principio vitale, mezzo straordinario di rigenerazione e purificazione. Assume un ruolo fondamentale nella casa ideale sia come veicolo energetico sia per lo sfruttamento delle risorse idriche naturali atte a massimizzare il risparmio energetico.

   Aria

 

L'aria, conduttore di energia tra corpi diversi, è l’elemento vitale legato alla purezza dell’anima che, attraverso la respirazione, consente il corretto funzionamento del nostro organismo. Nella casa ideale l’aria è sempre fresca e pulita, filtrata da pollini, polveri, acari e qualsiasi elemento nocivo.

   Fuoco

 

Il fuoco è elemento simbolo di trasformazione che rilascia calore e dona energia. Nella casa ideale si identifica con il comfort termico, ovvero il raggiungimento di valori precisi di temperatura e umidità, ottenuti grazie a tecnologie che massimizzano il risparmio energetico.

   Linfa

 

La linfa è elemento primario simbolo di energia pura e vitale che rappresenta l’aspirazione verso il continuo sviluppo, inteso, nella casa ideale, come processo sostenibile che utilizza e gestisce le risorse in modo da essere rigenerate automaticamente.

   Metallo

 

Il metallo è movimento di energia, simbolo di connessione con tutto ciò che lo circonda. Nella casa ideale identifica l’integrazione olistica tra tutti gli elementi progettuali; è sia componente strutturale, simbolo di omogeneità e compattezza, che elemento protettivo e gestore del flusso energetico.